info-odontoiatriche

L’unica strada per individuare TUTTE le situazioni patologiche della bocca di un paziente e raggiungere un risultato serio e di lunga durata, passa attraverso un fase di diagnosi e pianificazione del piano di cure che deve essere massimamente accurata e può richiedere più sedute e vari tipi di analisi.

Casi semplici

Per i pazienti che non presentano particolari problemi, una visita di cr. 30-45 minuti, accompagnata da qualche radiografia endorale (quelle piccole “lastre” che il dentista scatta alla poltrona senza dover far nemmeno alzare il paziente), è spesso sufficiente per individuare tutti gli eventuali piccoli problemi da risolvere.

Casi complessi

Nei casi complessi i tempi ed il numero di analisi normalmente crescono.

Possono essere necessarie 2, 3 o più sedute. Possono venir scattate fino a 20 radiografie endorali, il paziente può esser inviato in uno studio di radiologia per eseguire una radiografia panoramica ,una TAC o altro, possono esser prese delle impronte delle arcate dentarie per sviluppare dei modelli della bocca del paziente su cui eseguire studi, misurazione e/o simulazioni di terapia.

Alcune volte non si può neppure decidere un piano di cure definitivamente senza aver cominciato le cure; delle manovre di igiene, posizionamento di denti provvisori, misurazione delle tasche gengivali, ecc. sono talvolta necessari per arrivare ad ottenere un quadro preciso della situazione e decidere di conseguenza le cure da effettuare.

Altro fatto da considerare è che in questo tipo di casi quasi sempre le terapie possibili sono varie: si possono prendere strade terapeutiche diverse in relazione al risultato che il paziente, assieme all’odontoiatra, decide di voler raggiungere. Ci saranno quindi diversi piani di cure che il paziente riceverà dall’odontoiatra, accompagnati dai relativi preventivi. Il tutto andrà discusso con calma per scegliere la strada più adatta alle esigenze del paziente.