Le otturazioni (riempimento del “buco” di un dente al termine della rimozione della carie) vengono ormai eseguite quasi esclusivamente con materiali COMPOSITI (resine riempite di particelle vetrose, siliciche, ecc.). Sono materiali che consentono un’ottima estetica: una volta conclusa l’otturazione il dente non sembra che sia mai stato cariato.

Si può mangiare subito dopo averla conclusa (anche se la cosa ideale è attendere 2 o 3 ore).

La durata di un’otturazione si aggira tra i 10 ed i 15 anni. La più frequente causa che impone il rifacimento dell’otturazione dopo tale tempo è la cosiddetta infiltrazione. Con tale termine si intende la penetrazione di batteri nell’interfaccia tra otturazione e dente, dovuta al deterioramento dei materiali a distanza di anni, con conseguente formazione di carie al di sotto dell’otturazione.

Nei giorni successivi all’otturazione è normale percepire una certa sensibilità; tanto più profonda era la carie tanto più sensibile può essere il dente al caldo, al freddo ed alla masticazione. Questo disagio può durare qualche giorno o addirittura qualche mese.

Una volta sigillati i canali è possibile percepire una dolenzìa alla masticazione per qualche giorno. Più raramente un vago dolore spontaneo e persistente. Normalmente tali disagi scompaiono in qualche giorno senza più ricomparire in futuro.

Posizionamento di corone (capsule) provvisorie

Le corone provvisorie sono elementi in grado di resistere generalmente per qualche settimana o qualche mese. Sono tuttavia da considerarsi ricostruzioni fragili (possono rompersi) ed eccessivamente elastiche (possono sfilarsi dalla loro sede). È bene quindi prestare attenzione a non mangiare cibi troppo duri ed evitare cibi appiccicosi.

Nel caso il provvisorio si decementasse la miglior cosa, se possibile, è evitare di riposizionarlo (rischio di ingestione) e chiamare subito lo studio dentistico per fissare un appuntamento per ricementarlo. Eventualmente in farmacia sono venduti prodotti specifici per la ricementeazione (opportuno comunque far seguire un controllo dall’odontoiatra). Evitare assolutamente di usare prodotti non creati specificatamente allo scopo (ad esempio l’adesivo per protesi mobili).

Nel caso in cui il provvisorio si rompesse, rimuovere dalla bocca tutti i frammenti rimuovibili e telefonare allo studio dentistico per fissare un appuntamento. Portate con voi tutti i pezzi recuperati (potrebbero semplificare il lavoro all’odontoiatra).

 

Posizionamento di corone (capsule) definitive

È normale che al primo posizionamento di una capsula o un ponte definitivo si percepisca una sensazione di compressione sui denti contigui o sulle gengive. Tale sensazione dura qualche ora (un paio di giorni al massimo) e non deve preoccupare. Se doveste percepire invece, nei giorni successivi all’applicazione delle corone definitive, una sensazione di “dente troppo alto”, non esitate a contattare lo studio per farvi controllare.

 

Consegna di protesi mobili nuove o ribasate

Una protesi nuova o ribassata può essere nei primi giorni fastidiosa e creare pressioni (ed eventuali conseguenti lesioni alla gengiva). Il fatto, per quanto contrariante possa essere, costituisce una normale fase di adattamento e deve essere seguito da una visita di controllo ed eventuale micro-correzione della protesi.